Il Comune di Bologna compie 900 anni

L’orgoglio bolognese e l’autonomia della città sono nati dal sangue e dalla rivolta: morta Matilde di Canossa, nel 1115 la popolazione distrusse con violenza la Rocca Imperiale che ospitava i funzionari matildei, simbolo di un potere laico mal sopportato dal popolo. Da quel cumulo di macerie nacquero i primi passi dell’autonomia del Comune di Bologna. In realtà occorse attendere ancora un anno, il 1116, per avere la legittimazione dell’autogoverno, sancita dal diploma rilasciato dall’Imperatore Enrico V. Tale riconoscimento risale al 15 maggio di quell’anno, quando l’Imperatore concesse ai “concives” bolognesi una serie di prerogative (soprattutto concessioni tributarie e fiscali) con un documento che è tradizionalmente considerato la base di legittimazione dell’ organizzazione comunale della nostra città. In pratica si trattò del primo avallo ufficiale del Comune di Bologna, tanto che nel Duecento, quando si vollero raccogliere gli attestati dei suoi diritti nel cosiddetto Registro Grosso, tuttora conservato all’Archivio di Stato di Bologna, una copia del diploma fu anteposta a tutti gli altri documenti come se ne costituisse l’atto di nascita.
     Ovviamente la comunità bolognese aveva già alle spalle molti secoli di storia, dagli insediamenti protostorici a quelli etruschi, celtici e romani, dalla crisi tardoantica e altomedievale alla recente rinascita, ma da allora fu all’interno dell’organizzazione comunale che sviluppò forme e modalità di autonomia, di partecipazione e di delega che con numerose varianti attribuirono ad una funzione pubblica condivisa il governo della città e del territorio.
     Dunque il Comune di Bologna compie 900 anni! Un anniversario che rappresenta un’occasione per valorizzare l’identità della città e delle sue istituzioni. Per festeggiare questa significativa ricorrenza storica, culturale e istituzionale è in programma un ricco calendario di iniziative che attraverso mostre, incontri, concerti, coinvolgerà studiosi di chiara fama di diversi atenei italiani e stranieri, nonché insegnanti e studenti delle scuole di ogni ordine e grado, associazioni culturali, archivi, musei e biblioteche della città e dell’intera area metropolitana, chiamati a raccontare nove secoli di storia ed a progettare insieme il futuro.
     Nel celebrare i nove secoli intercorsi non ci si intende limitare ad una rievocazione retrospettiva di quel diploma, ma ripercorrere l’itinerario compiuto dalle tante generazioni che ci hanno preceduto per perseguire una rinnovata consapevolezza dell’identità comune, proiettarsi al futuro concretizzando le aspettative del presente e rendere nota e accessibile la storia della comunità anche attraverso la conoscenza del suo grande patrimonio culturale e storico artistico.

Image: 
Date: 
Domenica, 15 Maggio, 2016

Caccia con l'arco

Stefano Benini

FIARCFITARCOIFAA

ASD Arcieri di Yr | Via Masini, 45 | 40069 Zola Predosa | BO | arcieridiyr08time@gmail.com | www.arcieridiyr.it

P. IVA 02247421205