Un Volo di 12.000 Anni - Storia dell'Arceria

Inaugurazione Mostra sulla Storia dell'Arco "Un Volo di 12.000 Anni".
In collaborazione con Commissione Cultura Fiarc e Society of Archer-Antiquaries

Genus Bononiae - Musei nella Città
c/o Palazzo Pepoli - Museo della Storia di Bologna
Sala della Cultura - Via Castiglione, 8 - Bologna
Telefono 051 19936370 - Mail msb@genusbononiae.it

 

La storia dell'Arco, evoluzione dell'Uomo.

     L’evoluzione umana nel suo processo millenario ha disseminato simbolismi forti e rappresentativi di questo percorso legati fortemente allo sviluppo delle attività primarie e dominanti in tutte le culture; é lecito porsi una domanda è l’uomo che genera i simboli o sono essi a generare l’uomo?
     Il sinergico legame ha, di fatto, generato la specie dominante del pianeta, ha spinto l’uomo verso la ritualizzazione dei gesti apparentemente più naturali e consueti, legati alla vita quotidiana ed alla dura sopravvivenza, alla caccia ed a tutti gli oggetti che come l’arco e le frecce dai primordi ci accompagnano.
     Oggi non usiamo l’arco per poterci procacciare il cibo, non lo usiamo in battaglia ma, comunque, in esso e nel gesto che lo governa ritroviamo, riviviamo, quelle sensazioni e quelle emozioni, in un parallelo dove il tempo diventa sottile ed impalpabile e si dissolve in un volo di freccia di 12000 anni.
     Arco e freccia sono considerati dagli studiosi non un semplice ed accidentale strumento, uno dei tanti usati dall’uomo durante la sua avventura, bensì una vera e propria “categoria antropologica” vale a dire uno di quegli elementi basilari, che contraddistinguono e caratterizzano la presenza umana e le civiltà sul nostro pianeta.  Tra le molte specie viventi sulla Terra infatti l’uomo è stato il solo in grado di  “colpire a distanza”, attraverso questa prima e geniale forma di macchina complessa che è l’arco.
     Questa mostra ha l’obbiettivo di ripercorre le tappe salienti dell’evoluzione dell’arco nel corso della storia, compito reso difficilissimo, per i pochi reperti a disposizione, per cui per rappresentare gli esemplari più antichi abbiamo dovuto ricorrere a repliche, laddove gli originali erano disponibili presso musei ed istituzioni didattiche o, in difetto degli stessi, riprendendo il manufatto da vasellami e rappresentazioni artistiche.  Per alcune epoche si sono dovute confrontare le notizie riportate dagli storici greci o latini, con i reperti disponibili, spesso ridotti alle sole punte di freccia, con tutto il difficile lavoro di catalogazione datazione ed attribuzione che ne consegue.
     Nella speranza che la soluzione espositiva adottata sia chiara ed esauriente, ci auguriamo che, ciò possa rappresentare un piccolo contributo nella comprensione degli aspetti culturali che caratterizzano l’arco e le frecce in una dimensione che non è solo quella sportiva.

 

Andrea Messieri  - Stefano Benini

 

Image: 
Date: 
Mercoledì, 30 Luglio, 2014

Caccia con l'arco

Stefano Benini

FIARCFITARCOIFAA

ASD Arcieri di Yr | Via Masini, 45 | 40069 Zola Predosa | BO | arcieridiyr08time@gmail.com | www.arcieridiyr.it

P. IVA 02247421205